WordPress: un CMS senza rivali - Sviluppo software e web

Sviluppo software e web

WordPress: un CMS senza rivali

wordpress

Indice

  1. WordPress è il CMS più usato
  2. Temi
  3. Plugin
  4. Molti sviluppatori conoscono WordPress e lo sanno programmare
  5. Fare SEO senza fare troppi sforzi, l’architettura stessa di WordPress è pensata per il SEO
  6. Facilità di pubblicazione dei contenuti
  7. Nato come piattaforma di blogging, oggi WordPress è in grado di diventare e-commerce, forum e membership
  8. Comunità di supporto

 

 

WordPress è il CMS più usato

WordPress è una piattaforma software open source di blog e content management system, in acronimo CMS (sistema di gestione dei contenuti), la quale offre tutto il necessario per creare un sito web.

Dominio personale, hosting gratuito, comunità di supporto, unitamente a una varietà di temi e plugin da installare: sono solo una breve sintesi delle funzionalità e delle risorse di cui è possibile fruire attraverso l’utilizzo di WordPress.
Trattandosi di un Content Management System, WordPress facilita di gran lunga la gestione dei contenuti di siti web, evitando l’intera e dinamica programmazione web. Viceversa, WordPress offre un’interfaccia di amministrazione, con cui l’amministratore può gestire ogni aspetto del sito web (pagine, articoli, media, commenti, aspetto, utenti, impostazioni e plugin), senza la necessità di possedere particolari conoscenze tecniche di programmazione web.

Infatti, come tutti i Content Management System, WordPress consente di creare pagine e articoli senza bisogno di conoscere il codice di programmazione.

Tuttavia, grazie alla facilità di utilizzo dell’interfaccia di amministrazione, alle facilità di gestione e modifica dei contenuti in ogni momento, all’ingente quantità di temi e plugin e alla facilità di personalizzazione di temi già esistenti anche e soprattutto in base alla proprie esigenze, WordPress vanta una certa popolarità che lo porta ad essere il Content Management System più usato al mondo, primeggiando, non di poco, rispetto alla concorrenza.
Inoltre, ogni sito WordPress, o Woocommerce, nonché l’estensione ufficiale per trasformare un sito web in un e-commerce, è composto da una sezione front-end (sezione visibile al pubblico) e una sezione back-end (sezione privata con relativa interfaccia di amministrazione semplice ma completa, attraverso la quale è possibile creare e modificare pagine, testi e contenuti del sito in modo autonomo).

Altra importantissima caratteristica di cui gode WordPress è senza dubbio la gestione integrata degli utenti, la quale concede a più persone di lavorare contemporaneamente ad un progetto, stabilendo dei ruoli utente definibili individualmente in relazione ai compiti conferiti a ciascuno di essi circa il back-end, quali ad esempio opzioni di editing gratuite o facoltà di modificare i contributi.

Ma non è ancora tutto, in quanto WordPress fornisce anche cinque ruoli utente standard predefiniti:

  • Amministratore: l’utente ha tutti i diritti e può apportare qualsiasi modifica;
  • Editore: l’utente gestisce tutti i contenuti di qualsiasi pagina del sito;
  • Autore: l’utente crea, modifica, cancella, pubblica articoli e carica file;
  • Collaboratore: l’utente crea, modifica e cancella articoli, ma non può pubblicarli senza la supervisione di un utente amministratore, editore o autore;
  • Sottoscrittore: l’utente può registrarsi, commentare i post e visualizzare il proprio profilo back-end.
    In questo modo è possibile gestire un lavoro di gruppo con estrema comodità ed efficacia.

 

 

Temi

Come già accennato in precedenza, WordPress dispone di una varietà quasi infinita di temi, ossia estensioni grafiche che definiscono il design del sito, le quali possono essere facilmente aggiunte, modificate e gestite attraverso l’interfaccia di amministrazione, e quindi tramite la voce “Aspetto” della bacheca.

Migliaia di temi gratuiti e a licenza commerciale, sviluppati per esigenze generiche e per obiettivi specifici sono a disposizione degli utenti di WordPress, permettendo loro di modificare l’aspetto e la funzionalità di un sito web WordPress.

Dunque, i temi non sono altro che una raccolta di template e fogli di stile utilizzati per definire l’aspetto e la visualizzazione di un sito web. Infatti, ogni tema ha un design, un layout e delle caratteristiche diverse, eterogeneità che permette ad un utente di scegliere il tema che più si adatta ai propri gusti e alle proprie esigenze. Ad esempio, ci sono quelli pensati e progettati appositamente per i siti di fotografia, quelli programmati per siti di ristoranti o per siti fitness, temi concepiti per siti aziendali e business, e così via.

Ma un tema WordPress non svolge solo la funzione grafica, generando il layout e la componente grafica del sito. Un tema WordPress svolge anche una seconda funzione altrettanto importante, ovvero aggiunge funzionalità ben precise per un sito web, definendone il “comportamento “.

Pertanto, i temi WordPress, i quali provvedono a progettare il lato front-end e lo stile grafico, oltre che l’usabilità di un sito web, sono un elemento fondamentale e imprescindibile per dare vita a un sito web WordPress “fresco” e professionale e senza di essi sarebbe notevolmente più difficile programmare ogni aspetto di un sito web, in termini di codice di programmazione e di costi. Infatti, la maggior parte dei temi WordPress forniscono oltre le funzionalità che definiscono l’andamento comportamentale del sito web e oltre il design, il layout e lo stile grafico del sito web, anche lo stile del font, i colori e tanti altri dettagli stilistici addizionali che variano in misura minore o maggiore a seconda del tema scelto.

Ovviamente, le varie proprietà e gli elementi distintivi che un tema WordPress offre variano a seconda che questi siano a gratuiti o pagamento. Indubbiamente, la differenza fra temi gratuiti e temi a pagamento è che quest’ultimi, anche definiti temi premium, possiedono il vantaggio di avere una base di codice più valida e consistente, la quale offre una base grafica e funzioni molto avanzate, per di più sono aggiornati e godono di un supporto tecnico via e-mail o via chat, in caso di eventuali problemi.

Tuttavia, installare un tema WordPress a pagamento avverte anche alcuni svantaggi relativi non solo al costo, il quale varia tra i 30 e 100 dollari, anche a seconda dei tre diversi tipi di piani che prevedono l’uso personale, l’uso imprenditoriale o l’uso per le piccole imprese, ma persino in relazione ai frequenti aggiornamenti, i quali talvolta potrebbe apparire inconvenienti per un’eventuale perdita di dati, nel caso in cui gli aggiornamenti non vengono eseguiti con le dovute attenzioni.

In ogni caso, ogni tema WordPress, gratuito o a pagamento, avvalendosi di una struttura HTML, CSS e PHP, può essere modificato in ogni momento, sia nell’aspetto grafico che nelle funzionalità.

 

 

Plugin

Essendo una piattaforma flessibile e personalizzabile in base alle esigenze di ogni utente, WordPress oltre ad una numerosa quantità di temi, gode della particolare possibilità di attivare facilmente nuove funzionalità per il proprio sito web, installando nuovi plugin.

I plugin sono, infatti, dei moduli aggiuntivi di codice, ovvero delle estensioni funzionali di WordPress, che si possono scaricare e installare con facilità e immediatezza con lo scopo di attivare numerose nuove funzionalità e servizi per quanto riguarda sia il lato front-end che il lato back-end del sito web.
In breve, i plugin sono dei veri e propri programmi che interagiscono con WordPress tramite un contenuto, il quale include una determinata stesura di codice di programmazione.

Alcuni esempi pratici di plugin sono:

  • Jetpack: estensione che permette di aver un’idea ben precisa del numero di visualizzazioni ottenute tramite le statistiche elaborate grazie all’installazione di questo plugin, il quale fornisce, fra l’altro, anche alcuni consigli per migliorare il traffico del proprio sito web;
  • NextGen Gallery: plugin dedicato alla gestione di immagini, gallerie fotografiche e alla realizzazione di foto e immagini professionali;
  • WP-DB-Backup: con l’ausilio di questo plugin è possibile creare in modo facile e veloce un backup di sicurezza dell’intero sito web;
  • All-in-One SEO Pack: ottimo plugin per combinare molte funzioni SEO, nonostante WordPress sia già ben strutturato nella versione base per quanto riguarda l’ottimizzazione per i motori di ricerca.
    Ma questi sono solo alcuni esempi dei numerosi plugin disponibili su WordPress, infatti ad oggi WordPress vanta circa più di 54.000 plugin, anche definiti add-on, superando di gran lunga la quantità di estensioni offerte da altri Content Management System.

Naturalmente, così come i temi, anche i plugin possono essere gratuiti o a pagamento, a seconda delle qualità e delle particolarità offerte dai vari plugin.

 

 

Molti sviluppatori conoscono WordPress e lo sanno programmare

Così come i temi, anche i plugin possono essere creati partendo da zero. Infatti, molti programmatori, designer e altre figure professionali che operano in questo campo sono in grado di creare nuovi plugin aggiungendo estensioni di codice in base alla specifica funzione che realmente serve avere sul proprio sito web, abolendo così il superfluo e rendendo il plugin più leggero, funzionale e focalizzato sulle proprie esigenze personali.

La Kritek s.r.o., in quanto network di professionisti, specializzati in vari settori del web, in grado di sviluppare siti web, blog aziendali, software su misura, software gestionali, applicazioni mobile sia per android che iOS, è qualificata e specializzata anche nello sviluppo di temi e plugin in modo indipendente, aggiungendo determinate funzionalità e specifici servizi al core di un sito web WordPress.

Grazie alle innumerevoli possibilità di modifica, infatti, è possibile adattare il proprio sito web alle proprie specifiche esigenze, creando e gestendo siti web in maniera più che flessibile e tutto ciò senza dover mettere mano al codice sorgente. Inoltre, per mezzo di tutte le sue librerie JavaScript, per elencarne alcune: JQuery, JQuery UI, Prototype, Tickbox, Underscore.js e tante altre, WordPress si designa come uno dei più forniti e minuziosi ambienti di sviluppo disponibili nel web.

Tutto ciò si presenta come un ottimo terreno fertile per programmatori ed esperti del settore, i quali dopo una prima fase di analisi, durante la quale verrà affrontata la logica e la modalità di utilizzo e di rilascio del nuovo plugin ideato sulla base di specifiche esigenze, si passerà ad una seconda fase, durante la quale il nuovo plugin ideato otterrà un nome, una descrizione e un link da cui sarà possibile scaricarlo.

 

 

Fare SEO senza fare troppi sforzi, l’architettura stessa di WordPress è pensata per il SEO

A dar prova dell’eccezionale facilità e flessibilità di WordPress come piattaforma di gestione dei contenuti è senza dubbio la sua stessa architettura pensata in ottica SEO, nonché in termini di ottimizzazione per i motori di ricerca.
Infatti, plugin come All-in-One SEO Pack e Yoast SEO possono agevolare in maniera ideale l’ottimizzazione del proprio sito web.

In particolare All-in-One SEO Pack è uno dei plugin più scaricati per WordPress, in quanto risulta perfetto sia per chi è alle prime armi nella creazione e gestione di siti web attraverso WordPress, sia per sviluppatori professionisti, i quali possono usufruire delle sue funzionalità avanzate.

Utilizzato per siti web di ogni dimensione e traffico, anche Yoast SEO non è da meno, risultando anch’esso adatto sia a principianti, i quali possono facilmente servirsi delle sue funzionalità base, sia a professionisti in grado di utilizzare le sue funzioni più avanzate.

Tuttavia, a seconda dei casi, molti di questi plugin si presentano in una versione gratuita e una versione premium, munita di funzionalità aggiuntive.

 

 

Facilità di pubblicazione dei contenuti

Essendo un sistema di gestione dei contenuti, WordPress è un software che permette di creare e gestire con notevole facilità e immediatezza le pagine di un sito web, senza necessariamente possedere conoscenze informatiche di programmazione.

L’utente sarà, pertanto, in grado di pubblicare testi e immagini, amministrare gli utenti, inserire pagine, articoli o elementi multimediali, creare menù e organizzare gli articoli in categorie e tag in totale autonomia.

Effettivamente, la semplicità e l’accessibilità di WordPress si comprende sin da subito attraverso la sua interfaccia incredibilmente intuitiva e facile da usare, la quale racchiude l’unico obiettivo della piattaforma, ossia puntare tutto sulla facilità e sulla versatilità di utilizzo.

 

 

Nato come piattaforma di blogging, oggi WordPress è in grado di diventare e-commerce, forum e membership

Ideato nel 2003 da Matt Mullenweg e Mike Little, WordPress nasce inizialmente come semplice estensione di b2/cafelog, diventando noto in tutto il mondo come piattaforma di blogging.

Tuttavia, da essere uno dei servizi di personal publishing tra i più scelti al mondo, nel tempo WordPress ha allargato i suoi orizzonti, diventando un Content Management System e permettendo agli utenti di tutto il mondo di creare siti web completi in totale autonomia.

Ad oggi è possibile affermare che si tratta di una piattaforma notevolmente flessibile e interamente personalizzabile con temi e plugin, dotata di una gestione multilingua e munita di soluzioni adatte alla protezione della privacy tramite password e moderazione dei contenuti, e non solo.

Infatti, sempre per merito di opportuni plugin risulta possibile implementare la classica funzione di WordPress, trasformandolo in un vero e proprio e-commerce. Si tratta di WooCommerce, il plugin più completo e competitivo per la gestione di e-commerce, avviando una vera e propria attività di vendita online. Inoltre, attraverso WooCommerce Membership, sarà ancora più semplice incrementare le vendite e fidelizzare il cliente.

Così come è possibile creare gratuitamente un forum, tramite la configurazione di alcuni plugin, come ad esempio bbPress, con il quale poter visualizzare, modificare, chiudere e cancellare le discussioni del forum in qualsiasi momento.

Il successo di WordPress, infatti, è senza dubbio decretato dalla molteplicità di attività a cui si presta. Dalla creazione di blog personali alla creazione di blog aziendali, dalla realizzazione di siti web professionali alla realizzazione di siti web amatoriali, dalla produzione di forum alla produzione di e-commerce.

 

 

Comunità di supporto

Forum di supporto gestiti da volontari della community per condividere e risolvere problemi; handbook del supporto per suggerimenti e consigli; Meetup, nonché gruppi di appassionati di WordPress che si incontrano, organizzando attività di formazione e supporto; seguire e proporre discussioni su Team, ovvero lo strumento usato per organizzare le attività dei diversi gruppi di lavoro già attivi.

Sì, WordPress è anche e soprattutto questo: una community con la quale condividere, ed è proprio la community di supporto ad essere l’esempio concreto che chiunque ha la possibilità di migliorare la piattaforma per tutti coloro che la usano e chiunque può partecipare per apprendere cose nuove, in quanto WordPress è un progetto Open Source.

Autore: Roberta Foglia -