Vantaggi e potenzialità del linguaggio PHP - Sviluppo software e web

Sviluppo software e web

Vantaggi e potenzialità del linguaggio PHP

Indice

  1. Le origini del linguaggio PHP
  2. Caratteristiche e vantaggi del linguaggio PHP
  3. Uno sguardo alla piattaforma LAMP
  4. Un confronto con gli altri linguaggi di programmazione
  5. PHP come scelta ideale fra costi e benefici

 

 

Le origini del linguaggio PHP

Creato nel 1994 dal programmatore danese Rasmus Lerdorf, il linguaggio PHP, originariamente acronimo di “Personal Home Page” in linea con quelle che erano sin da subito le sue funzioni, nasce come raccolta di script CGI (Common Gateway Interface), nonché una tecnologia standard, la quale permette di interfacciarsi, tramite web server, con applicazioni esterne al fine di generare contenuti web dinamici, rendendo facile la gestione delle pagine web personali.

Pochi anni dopo, le sue funzionalità vennero estese dallo stesso programmatore, implementando il linguaggio di programmazione di un supporto al database e della possibilità di essere integrato nel codice HTML, al fine di rendere più semplice la programmazione di pagine web dinamiche.

Successivamente, la collaborazione fra lo stesso Lerdorf e altri due giovani programmatori, Suraski e Gutmans, portò alla messa a punto della versione PHP 3.0, la quale vanta una straordinaria estensibilità per via della connettività al database e del paradigma a oggetti, ovvero l’attuale programmazione orientata agli oggetti, la quale permette di definire oggetti software in grado di interagire reciprocamente tramite uno scambio di messaggi.

La popolarità del linguaggio PHP crebbe a dismisura negli anni per via della sua flessibilità, tanto da competere con i linguaggi lato server utilizzati in ASP e cominciò ad essere usato da moltissimi server web presenti in rete, fino a superare nel 2005 la metà del totale dei server presenti sulla rete globale, grazie alla configurazione LAMP (Linux, Apache, MySQL, PHP).

Ad oggi, l’ultima versione PHP 7.x, viene definita come linguaggio di scripting interpretato, nonché un linguaggio formale, il quale specifica un insieme di istruzioni che possono essere usate per produrre dati in output e diviene acronimo di Hypertext Preprocessor, processo di ipertesti, appunto.

Distribuito sotto la PHP License e rilasciato come software libero, il linguaggio PHP è attualmente molto utilizzato per sviluppare applicazioni web lato server o applicazioni stand-alone, quindi indipendenti, con interfaccia grafica, così come è quotidianamente usato per scrivere script a riga di comando.

 

 

Caratteristiche e vantaggi del linguaggio PHP

Come già accennato, PHP è un linguaggio open source lato server, utilizzato per la creazione di pagine web dinamiche attraverso l’incorporazione nel linguaggio HTML, il che permette di modificarne il comportamento e quindi l’output, in base a specifiche esigenze.

Conosciuto come linguaggio di scripting più popolare, PHP è molto spesso usato in relazione con un database MySQL.

Infatti, sviluppato principalmente per il web, il linguaggio PHP implica che la maggior parte delle sue caratteristiche sono state programmate proprio in funzione del web.

Inoltre, grazie ad una community molto attiva, PHP fornisce un gran numero di librerie per poter accedere alla maggior parte dei database, tra cui MySQL, e per interagire con i server web, tra cui Apache.

Così come sono state create numerosissime librerie al fine di implementare e ampliare le funzionalità del PHP, sono stati sviluppati anche numerosi framework con questo linguaggio, tra cui Symfony, ma anche WordPress, Magento e tanti altri.

Oltre ad essere l’unico linguaggio lato server con il quale è possibile sviluppare pagine web, il linguaggio PHP vanta tantissime altre caratteristiche quali, un accesso ai cookie e alle sessioni davvero semplice e intuitivo, un’ampia documentazione online e un continuo supporto da parte dei programmatori, è supportato dalla maggior parte dei server di web hosting, caratteristica che unitamente al fatto di essere open source e gratuito, lo rende un linguaggio estremamente flessibile, personalizzabile e accessibile in termini economici.

Inoltre, il linguaggio PHP ha integrato nel tempo l’appoggio al database MySQL, ma anche ad altri database. Infatti, PHP è perfettamente compatibile anche con Oracle, MS SQL e PostgreSQL.

Tra l’altro, il linguaggio PHP è multipiattaforma, questo si traduce nella possibilità di distribuire una determinata applicazione su diversi sistemi operativi come Windows, Linux, Mac OS e tantissimi altri. Infatti PHP può essere utilizzato sia su Windows che su sistemi unix-based, quali Linux, Mac OS e altri ancora.

Tuttavia, la combinazione più utilizzata ad oggi è quella LAMP, la quale prevede Linux come sistema operativo, Apache come web server e MySQL come database, unitamente al linguaggio PHP, ovviamente.

 

 

Uno sguardo alla piattaforma LAMP

La piattaforma LAMP è, infatti, una delle più usate a livello globale, in quanto ognuna delle applicazioni dalle quali la piattaforma è composta, è programmata per il perfetto funzionamento in simultaneità con tutte le altre applicazioni.

L’acronimo LAMP indica, infatti, una piattaforma software per lo sviluppo di applicazioni web e prende il nome dalle iniziali dei componenti software da cui e realizzata, nonché Linux, Apache, MySQL e PHP, appunto.

L’insieme dei quattro componenti da cui una piattaforma LAMP è composta hanno l’obiettivo, lavorando simultaneamente fra loro, di generare pagine web dinamiche, le quali differiscono dalle pagine web statiche, ovvero scritte in codice HTML, in quanto vengono create e generate attivamente, nonché dinamicamente, nel momento esatto in cui avviene la richiesta da parte dell’utente.

In particolare, un server LAMP risulta ottimale per la gestione di siti web dinamici, i quali necessitano di una specifica infrastruttura composta da un sistema operativo, un server web, un sistema di database e un linguaggio di scripting interpretato.

La Kritek s.r.o., da sempre guarda alla soluzione offerta dalla piattaforma LAMP come ad un’ottima occasione per poter ideare e programmare con estrema efficienza qualsiasi tipo di sito web statico o dinamico che sia e questo risulta possibile grazie alla possibilità di modificare e gestire il codice di programmazione sulla piattaforma in totale autonomia e in qualsiasi momento anche in base a specifiche esigenze aziendali.

Motivo per cui, la Kritek s.r.o., è specializzata nell’uso della piattaforma LAMP, sfruttando al meglio tutte le sue caratteristiche e le sue potenzialità come software open source, il quale offre libero accesso al codice di programmazione. In questo senso, ogni programmatore può sviluppare nuove estensioni in qualsiasi momento.

 

 

Un confronto con gli altri linguaggi di programmazione

Ciò che differenzia il linguaggio PHP da altri linguaggi di programmazione e in particolar modo dai linguaggi di scripting client side, come ad esempio javascript, sono alcuni fattori quali la visibilità del codice, assente per quanto riguarda il linguaggio PHP, il quale non viene mostrato e restituito all’utente, contrariamente a quanto accade con javascript, o ancora la possibilità di interagire sugli eventi. Infatti, mentre con javascript è possibile interagire su tutti gli eventi dell’utente, ossia sulle azioni, o meglio i comandi, che l’utente compie ad esempio cliccando su un determinato pulsante del sito web, il quale restituirà una determinata risposta all’utente, con il linguaggio PHP ciò non sarà possibile, in quanto interpretato lato server e, pertanto, ad ogni nuova istruzione sarà necessaria una nuova richiesta al server.

Un’altra importante differenza fra i due linguaggi è relativa alla possibilità di interagire sui file lato server. Mentre javascript, risiedendo sul client dell’utente, non può creare né cancellare i file presenti sul filesystem del server, contrariamente con PHP è possibile creare, modificare, eliminare, aprire e leggere file sul server.

Inoltre, mentre javascript non offre alcun supporto ai database relazionali standard, bensì solo a database locali al browser, PHP supporta i database più diffusi, tra i quali sono compresi anche database gratuiti e preinstallati in tutti i server Linux.

In questo senso, PHP e javascript risultano essere linguaggi molto diversi fra loro, ma allo stesso tempo complementari.

Quanto alla differenza fra PHP e ASP, essa si basa sostanzialmente sul lato commerciale ed economico. Il linguaggio ASP, infatti, è appoggiato negli ambienti Windows, e pertanto non open source e non personalizzabile. Inoltre, ASP vanta sicuramente un importante database su cui appoggiare i suoi dati, il quale però ha dei costi piuttosto elevati. Di contro, scegliere di utilizzare PHP offre un’enorme libertà di modifica e di personalizzazione, nonché la possibilità di scelte hosting molto più economiche sia in termini di sviluppo che di mantenimento del progetto finale, ma allo stesso tempo beneficiando di tutti i vantaggi e le opportunità di una programmazione flessibile e ottimizzata verso quelle che sono le proprie esigenze.

 

 

PHP come scelta ideale fra costi e benefici

Sfruttare piattaforme aggiornate e software specifici al fine di generare siti web con contenuti facilmente gestibili e aggiornati è senza dubbio una fra le esigenze principali degli sviluppatori e, più in generale, di chi lavoro nel mondo del web.

In questo senso, il linguaggio PHP sembra essere più che adeguato e soddisfacente al fine dello sviluppo di siti web dinamici e di applicazione web anche avanzate.

PHP è, infatti, uno dei linguaggi più semplici da applicare in fase di programmazione anche in termini di sintassi.

Inoltre, questo noto e riconosciuto linguaggio di programmazione vanta un’ampissima documentazione online, la quale sia tramite la documentazione ufficiale sia attraverso i numerosi siti web da consultare, offre un vero e proprio supporto anche per chi non ha ancora una gran familiarità con questo linguaggio.

Supportato da tutti i server web, il linguaggio PHP non richiede, tra l’altro, elevate risorse per poter essere eseguito. In questo senso risulta essere molto veloce in fase di utilizzo e si presta con estrema flessibilità ad applicazioni integrate con altre.

Uno fra i vantaggi più notevoli è sicuramente il tipo di struttura sulla quale il linguaggio PHP si basa, ovvero PHP è strutturato per interagire perfettamente con il database MySQL, ma anche con tantissimi altri database, molti di questi open source, tra cui MySQL.

Infatti, essendo un linguaggio open source, molti strumenti per programmare con PHP sono liberi e gratuiti. È questo il caso di Notepad++, Notepadgg, Textmate e così via. Tuttavia, PHP e MySQL sono ancora e di gran lunga gli strumenti più utilizzati e diffusi per la programmazione di siti web dinamici.

Inoltre, moltissime classi e framework sono state messe a punto esattamente con l’obiettivo di rendere più semplice e flessibile anche lo sviluppo di complesse applicazioni web.

E ancora la programmazione orientata agli oggetti. Essa è, infatti, un paradigma di programmazione con cui è possibile far interagire oggetti software gli uni con gli altri. In questo modo, attraverso il linguaggio PHP è possibile l’interazione fra più oggetti software, nonché lo scambio di messaggi fra questi. Tuttavia, contrariamente a javascript, la programmazione ad oggetti quando si programma in PHP resta sempre una scelta e mai una condizione necessaria.

Un linguaggio noto e molto popolare, ma comunque sempre in continua evoluzione. Infatti, con l’ultima versione, ossia PHP 7, è stata ottimizzata al meglio la performance anche in termini di riduzione dei tempi di esecuzione degli script.

Ad oggi, infatti, la maggior parte delle aziende adotta la programmazione PHP, in quanto risulta la soluzione ideale per lo sviluppo di siti web e applicazioni innovative a costi comunque molto accessibili.

La nascita del linguaggio PHP, infatti, ha del tutto stravolto il modo di programmare, in quanto con questo linguaggio di programmazione memorizzare una gran mole di dati e di file è diventato molto più efficace per quanto riguarda i tempi e i costi di programmazione.

Dunque, il linguaggio PHP e la relativa programmazione sembra essere una soluzione ottimale per lo sviluppo di siti web dinamici e questo anche e soprattutto in base all’ideale compromesso fra costi e benefici che questo linguaggio, completo quanto flessibile, offre.

Autore: Roberta Foglia -