Node.js - Sviluppo software e web

Sviluppo software e web

Node.js

Indice

  1. Cos’è Node.js?
  2. Origini e sviluppo
  3. Caratteristiche e potenzialità
  4. Node.js a confronto
  5. Chi sceglie Node.js?

 

 

Cos’è Node.js?

Node.js è un framework Javascript per la realizzazione di applicazioni web. Ma ciò che contraddistingue Node.js dagli altri framework che sfruttano Javascript per lo sviluppo di applicazioni web è l’utilizzo di V8, ossia l’interprete Javascript di Google Chrome.

Node.js è, infatti, basato sul Javascript Engine V8. Questo consente agli sviluppatori di realizzare applicazioni web con Javascript non solo lato client, ma anche lato server.

In questo modo, Node.js permette di implementare il cosiddetto paradigma “Javascript everywhere” , il quale consente di unificare lo sviluppo di applicazioni web intorno ad un unico linguaggio di programmazione, ovvero Javascript.

Inizialmente Javascript veniva principalmente utilizzato lato client, il che si traduceva in un scenario generale che vedeva gli script Javascript incorporati all’interno del codice HTML di una pagina web e, pertanto, interpretati da un motore di esecuzione incorporato direttamente all’interno di un browser.

Con Node.js, invece, è possibile utilizzare Javascript come linguaggio di programmazione anche lato server, ossia come linguaggio per la produzione del contenuto delle pagine web dinamiche prima ancora che ogni singola pagina web venga inviata al browser dell’utente.

In questo senso, Node.js è definibile come runtime di Javascript, open source e multipiattaforma, orientato agli eventi per l’esecuzione di codice Javascript.

Per runtime o run-time si intende il tempo di esecuzione in cui un programma viene eseguito in contrapposizione ad altre fasi del ciclo di vita del programma stesso.

Inoltre, avendo un’architettura orientata agli eventi, Node.js segue un paradigma di programmazione dinamico, in quanto il flusso del software è quasi completamente influenzato e determinato dal verificarsi di eventi esterni.

Tutto ciò rende facilmente possibile la scalabilità nelle applicazioni web caratterizzate da molte operazioni di input e output.

 

 

Origini e sviluppo

Creato da Ryan Dahl nel 2009 e sponsorizzato subito dopo dalla società californiana Joyent, Node.js è nato sia da subito come un progetto open source.

Nella sua prima versione, Node.js supportava solo due dei principali sistemi operativi, ovvero Linux e Mac OS.

Nel tempo, Node.js diviene un progetto della Node.js Foundation e da essa gestito e distribuito in tutte le sue successive e frequenti versioni, fino all’ultima e attuale versione 13.11.0.

Node.js aumenta sempre più la sua notorietà nel mondo dei framework e ne viene facilitato anche il suo utilizzo tramite il programma di progetti collaborativi della Linux Foundation.

La sua semplicità di utilizzo, ha fatto di Node.js un framework sempre più popolare e apprezzato dagli sviluppatori di tutto il mondo.

Ad oggi, Node.js rappresenta una vera e propria rivoluzione non solo in termini di facilità di utilizzo, ma anche e soprattutto di creazione di applicazioni lato server robuste e scalabili.

Node.js ha permesso a molti server di raddoppiare la propria capacità di ricevere richieste e dati in un tempo davvero breve, così come ha permesso di ridurre anche i tempi di risposta.

Inoltre, l’uso di Node.js si configura come un vantaggio importante per moltissimi programmatori, i quali hanno la possibilità di sviluppare un’intera applicazione usando esclusivamente Javascript quale linguaggio di programmazione e questo sia in fase di sviluppo front-end che in fase back-end.

 

 

Caratteristiche e potenzialità

Node.js presenta non pochi vantaggi sotto ogni punto di vista.

Infatti, sfruttando un modello di networking I/O event-driven, Node.js riceve notifiche solo ed esclusivamente al verificarsi di determinati eventi.

In particolare, questo modello di networking input/output guidato dagli eventi permette al framework, anche grazie all’implementazione di alcun librerie, di gestire in modo più che efficiente anche eventuali situazioni in cui si verifica un elevato traffico di richieste e di dati in Rete.

Eppure, i vantaggi offerti da Node.js non solo tecnici, bensì anche e soprattutto strategici. Difatti, nella realizzazione di un progetto, Node.js permette la gestione e la realizzazione dello stesso tramite l’utilizzo di un unico linguaggio di programmazione, ovvero Javascript.

Tutto ciò riduce inevitabilmente i tempi di sviluppo, nonché i costi derivanti in termini di risorse e strumenti necessari.

Nel lavoro di programmazione con Node.js è, infatti, possibile usufruire di molti strumenti adeguati e ideali al fine di facilitare lo sviluppo e la manutenzione delle applicazioni.

Ma fra i vantaggi più importanti relativi all’uso di Node.js sono sicuramente riscontrabili due qualità fondamentali, nonché la sua stabilità e la sua comprovata affidabilità.

Infatti, a sostenere e a supportare la performance generale del framework non solo è presente una community molto attiva, quanto anche alcuni gruppi di lavoro creati dal Technical Steering Committee (TSC).

Tali gruppi di lavoro svolgono una funzione molto importante anche in termini di sicurezza del framework, mettendo in atto azioni quali la definizione e la manutenzione delle politiche e delle procedure legate agli aspetti e ai processi di sicurezza, la garanzia e l’aggiornamento continuo dei dati in modo efficiente e tempestivo, la promozione e il miglioramento delle pratiche di sicurezza.

Oltretutto, Node.js gode di un vantaggio unico relativamente alla possibilità di gestire migliaia di connessioni simultanee tramite un singolo server in quanto si presenta come una tecnologia che utilizza un modello non bloccante basato su eventi che lo rende leggero ed efficiente nelle sue prestazioni.

In questo senso, Node.js risulta più che ideale per lo sviluppo di applicazioni in tempo reale ad alta intensità di dati che si eseguono su dispositivi distribuiti.

Come già accennato in precedenza, Node.js è una piattaforma server side basata sul runtime Javascript di Google Chrome e, pertanto, il suo obiettivo è quello di rendere facile e performante lo sviluppo di applicazioni web veloci e scalabili.

Inoltre, in Node.js possono essere utilizzati i nuovi standard ECMAScript, i quali permettono di effettuare modifiche e abilitare specifiche funzionalità senza problemi e senza aspettare che anche gli utenti aggiornino i loro browser.

 

 

Node.js a confronto

Basato sul motore Javascript V8, Node.js ha alimentato, grazie alla sua popolarità, un’incredibile quantità di codice lato server scritto in Javascript.

Effettivamente, V8 è stato scelto quale motore Javascript per alimentare l’ecosistema di Node.js e, pertanto, grazie ad esso, V8 alimenta anche le applicazioni desktop create con Node.js.

Eppure, nel tempo molti altri browser, oltre a Google Chrome, hanno ospitato il proprio motore Javascript.
Ad esempio, il browser Firefox ha ospitato SpiderMonkey, uno fra i primi interpreti Javascript, così come Safari ha JavascriptCore, denominato anche Nitro, quale motore Javascript. O ancora, il browser Microsoft Edge ha implementato il motore Javascript Chakra.

Dunque, la maggior parte degli interpreti Javascript sono stati sviluppati, nel tempo, in relazione ad uno specifico browser in quanto ogni interprete Javascript permette agli sviluppatori di accedere a specifiche funzionalità per il controllo del browser.

Anche Carakan, un altro interprete Javascript, sviluppato dal browser Opera e impiegato a partire da Opera 10.50 o Tamarin, programma sviluppato da Adobe Labs, sono stati protagonisti di una competizione fra browser nata intorno al 2008.

Nonostante i vari e sempre nuovi interpreti Javascript, il punto di forza di Google Chrome e del suo interprete V8 è sempre stato quello di assicurare un’ottima qualità in termini performance dell’applicazione e di velocità dell’esecuzione Javascript.

Il programma danese di Google Chrome, V8, è stato continuamente migliorato nel corso degli anni. Questa continua evoluzione, ha portato V8 ad essere funzionante sulla quasi totalità dei sistemi operativi.

Inoltre, sulla base di Node.js e della sua comprovata affidabilità e notorietà, sono stati creati innumerevoli framework, tra cui Express.js.

Express.js, posto sotto l’amministrazione della Node.js Foundation nel 2016, è un framework open source per lo sviluppo di applicazioni web.

Express.js, o semplicemente Express, è caratterizzato da una certa versatilità e potenza, qualità che consentono di accedere facilmente a diversi database, tra cui PostgreSQL, così come a tecnologie di presentazione client side innovative, come ad esempio ReactJS.

Tuttavia, Node.js ricopre un raggio d’utilizzo molto più esteso rispetto al framework Express. Difatti, mentre Express.js risulta efficientemente adeguato alla creazione di applicazione web, Node.js è molto spesso utilizzato anche per la realizzazione di componenti di microservices e per lo sviluppo di applicazioni realtime contenenti funzioni quali chat e chatbot, ad esempio.

In realtà, strumenti come Express.js sono stati creati dagli sviluppatori esattamente al fine di facilitare ancora meglio lo sviluppo di applicazioni web con Node.js.

Express, così come Hapi e Sails sono strumenti nati con lo scopo ben preciso di facilitare compiti ripetitivi in fase di programmazione con Node.js.

Dunque, la principale differenza con gli altri framework e con gli linguaggi di programmazione risiede nel fatto che Node.js è basato sugli eventi. In quanto guidato dagli eventi, Node.js gode di una maggiore potenza e velocità di utilizzo.

Con Node.js, tra l’altro, non ci sono specifiche regole da seguire, il che lascia spazio alla libertà e alle esigenze dello sviluppatore nella creazione di applicazioni web anche molto dinamiche e complesse.

In questo senso, gli sviluppatori che utilizzano Node.js sono anche maggiormente liberi di scegliere l’architettura di sviluppo e le caratteristiche tecniche di produzione che ritengono migliori.

 

 

Chi sceglie Node.js?

Nel corso degli anni, Node.js è stato velocemente apprezzato e utilizzato anche dai giganti del web.

Molte popolari applicazioni sono state implementate in Node.js.

Il framework ha, infatti, trovato un grande consenso in molte aree di applicazione come l’e-commerce, i social network, lo streaming dei dati, l’elaborazione dei pagamenti e molti altri ancora.

Alcuni esempi delle innumerevoli applicazioni che si basano su Node.js sono Uber, Linkedin, Paypal e Netflix.
In questo senso, Node.js si configura come un’ottima alternativa a molte altre piattaforme per la creazione di siti e applicazioni web.

Anche la Kritek s.r.o. utilizza spesso Node.js quale framework per la creazione e lo sviluppo di progetti anche dinamici e complessi.

Caratterizzato da prestazioni ottimali, strumenti all’avanguardia e da una facilitata gestione delle sue funzionalità, Node.js risulta una scelta ideale per il web e questo anche e soprattutto in relazione ad una certa stabilità assicurata non solo da un’ampia documentazione online quanto da gruppi di lavoro appositamente costituiti per assicurare ad ogni sviluppatore il giusto supporto.

Inoltre, Node.js riunisce una grande e appassionata community di sviluppatori e seguaci.

Incontri e conferenze si svolgono periodicamente in tutte le principali città del mondo, fornendo consigli e formazione su tutto ciò che concerne l’uso del framework.

In tal modo, la community risulta essere un grande punto di forza nell’evoluzione del framework in quanto consente a tutti gli sviluppatori di stare al passo con le novità offerte da Node.js.

Eppure, tutte queste attività, unitamente all’ampia documentazione online, sono solo una parte del supporto offerto relativamente all’uso del framework.

La documentazione su Node.js si estende, infatti, anche ad una serie di articoli specializzati e corsi online disponibili gratuitamente sul web.

Autore: Roberta Foglia -