Angular - Sviluppo software e web

Sviluppo software e web

Angular

Indice

  1. Cos’è Angular?
  2. Origini e sviluppo
  3. Caratteristiche e potenzialità
  4. Alcuni framework a confronto
  5. Chi sceglie Angular?

 

 

Cos’è Angular?

Angular è un framework open source rilasciato nel 2016 al fine di agevolare lo sviluppo di applicazioni web.

In questo senso, Angular si configura come una tecnologia che permette la creazione di applicazioni web e di applicazioni ibride, installabili sia su dispositivi Android che su dispositivi iOS.

In particolare, Angular sfrutta TypeScript quale linguaggio di programmazione orientato agli oggetti.

TypeScript, creato da Microsoft, è stato progettato e rilasciato con licenza open source al fine di sviluppare applicazioni sofisticate, anche di grandi dimensioni.

Essendo un’estensione di Javascript, TypeScript permette a qualsiasi programma scritto in Javascript di adattarsi con TypeScript e funzionare senza alcuna modifica.

Ad oggi, Angular è diventato uno dei framework più apprezzati e usati per lo sviluppo di applicazioni per via del suo ampio raggio d’utilizzo. Infatti, l’uso di questo framework non solo permette di ricoprire entrambi i sistemi operativi Android e iOS, ma anche i principali browser quali ad esempio Chrome, Opera, Microsoft Edge, Safari, Firefox e molti altri ancora.

Inoltre, le applicazioni sviluppate in Angular vengono eseguite nella loro totalità dal web browser, il che permette un certo risparmio di tempo una volta inviata la richiesta d’azione da parte dell’utente.

Effettivamente, Angular è stato progettato con lo scopo ben preciso di fornire uno strumento facile e veloce per sviluppare applicazioni che possano adattarsi perfettamente su qualsiasi tipo di piattaforma.

Ricoprendo anche smartphone e tablet, le applicazioni web in Angular si adeguano in funzione delle dimensioni del dispositivo utilizzato, sfruttando al massimo la strategia responsive.

 

 

Origini e sviluppo

Nato come soluzione alle sempre nuove esigenze di sviluppo sorte negli ultimi anni nel mondo delle applicazioni web e delle applicazioni mobile, Angular viene rilasciato nella sua prima versione il 14 settembre 2016 da parte di un gruppo di ingeneri di Google.

Nello specifico, Angular nasce come alternativa, o meglio come evoluzione, al precedente progetto AngularJS, noto framework per la creazione e lo sviluppo di applicazioni web e pagine web.

Ad oggi, Angular si pone nel mondo dei framework più conosciuti e utilizzati per lo sviluppo di applicazioni come una moderna piattaforma sempre più all’avanguardia.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie ad una riscrittura quasi totale del primo prototipo, nonché AngularJS.

Con la nascita di Angular, infatti, il suo predecessore AngularJS è stato rapidamente abbandonato relativamente ad una serie di nuove caratteristiche e potenzialità offerte dal nuovo framework, nonché in virtù di una maggiore velocità di utilizzo, della realizzazione dei web components, della gestione del routing e di molto altro ancora.

Inoltre AngularJS divenne nel corso di pochi anni sempre più obsoleto, soprattutto in relazione all’esplosione dei dispositivi mobile, la quale rese il framework non più adeguato alle nuove esigenze del web in termini di funzionalità e, più in generale, di performance.

In questo senso, il rilascio di Angular o Angular 2 ha segnato un cambiamento radicale nell’utilizzo del framework.

Difatti, anche il linguaggio di programmazione usato per lo sviluppo del framework cambiò, passando da Javascript a TypeScript.

Tra le differenze principali Angular si differenzia soprattutto relativamente ad un maggiore supporto verso diversi linguaggi quali TypeScript, Dart e EcmaScript e per il suo nuovo approccio mobile oriented.

Malgrado ciò, seppur positivo, questo cambiamento portò molti sviluppatori ad abbandonare Angular in virtù di React.

Tuttavia, il framework tornò ben presto ad essere nuovamente sostenuto e utilizzato anche grazie alle nuove versioni che seguirono negli anni successivi.

In particolare, la versione 5 di Angular, rilasciata nel novembre 2017, portò ad una serie di ulteriori ottimizzazioni in termini di semplificazione dell’uso del framework. Infatti, non solo vennero apportate alcune modiche circa le dimensioni e la performance della piattaforma, quanto venne implementato anche un nuovo ed importante supporto dal nome Angular Material.

Con Angular Material divenne possibile la creazione di pagine web in modo molto veloce e agevolato.
Mentre, con l’utilizzo combinato di Angular Material e Flex Layout, un toolkit di design responsive, venne inserita la possibilità di creare siti e applicazioni web responsive molto avanzate.

Alla versione Angular 5 seguirono ancora una serie di nuove versioni aventi l’obiettivo di introdurre sempre nuovi tools, così come vennero ottimizzati anche alcuni strumenti già esistenti.

Solo nel maggio 2019 venne rilasciata l’ultima versione di Angular, ovvero Angular 8.

Dunque, gli ultimi rilasci riguardarono esclusivamente miglioramenti di strumenti già esistenti che ne implementarono un po’ per volta la performance generale del framework, contrariamente al passaggio da AngularJS ad Angular, il quale ne cambiò radicalmente la struttura e le potenzialità.

 

 

Caratteristiche e potenzialità

Contrariamente a molte altre alternative di framework proposte nello scenario dello sviluppo di applicazioni web e mobile, Angular si caratterizza come una piattaforma di successo in quanto sostiene un approccio complesso in cui confluiscono sia esigenze legate alla realizzazione di un design impeccabile sia esigenze legate ad una logica di programmazione organizzata e lineare.

Angular nasce, infatti, come framework atto a creare applicazioni in modo più semplice e rapido al fine di rendere tali applicazioni fruibili da desktop, tablet e smartphone, ovvero applicazioni perfettamente responsive e capaci di ottimizzare il proprio design in funzione di qualsiasi dispositivo.

Nel corso degli anni, Angular è diventato una soluzione ideale per chiunque avesse l’obiettivo di creare applicazioni veloci e facilmente fruibili, ma allo stesso tempo sofisticate e complesse nella loro struttura.

Anche nella creazione di Single-Page Applications (SPA), Angular offre uno scenario dinamico in termini di contenuti e risorse immediatamente disponibili, di fluidità nei passaggi e nelle azioni svolte dall’utente, così come nell’uso delle funzionalità.

In tal modo, con Angular ogni azione effettuata su un’applicazione web fruibile tramite una singola pagina web può essere equiparabile ad un’azione messa in atto su un’applicazione desktop installata.

Ciò che caratterizzata e contraddistingue Angular da altri framework pensati per la creazione di applicazioni web è esattamente l’opportunità di poter sfruttare tutti i vantaggi del web, ma con la stessa dinamicità di un’applicazione desktop.

Inoltre, essendo un vero e proprio framework e non una semplice libreria Javascript come ad esempio React, Angular offre un’ottima qualità in termini di supporto, flessibilità e funzionalità avanzate delle applicazioni, così come punta ad offrire non pochi strumenti e pattern sia semplici che avanzati al fine di costruire applicazioni di ogni tipo, rispettando ogni tipo di aspettativa e di esigenza personale.

In questo senso, l’uso di metodologie di sviluppo complesse si traduce inevitabilmente in una maggiore qualità del prodotto finale, nonché in un’applicazione sofisticata, completa e innovativa.

Un’altra questione rilevante è poi il linguaggio di programmazione usato in fase di programmazione con Angular, ossia TypeScript.

TypeScript è, infatti, un’estensione di Javascript progettata appositamente per velocizzare la scrittura del codice e renderlo molto più efficiente.

Infine, nonostante una documentazione ufficiale relativamente esile, tale mancanza è abbondantemente colmata dalla presenza di una comunità molto attiva per merito della quale è possibile trovare supporto e soluzioni alternative a qualsiasi dubbio o problema molto facilmente.

 

 

Alcuni framework a confronto

Al fine di ottimizzare al meglio i tempi, i costi e i benefici derivanti dallo sviluppo di applicazioni web e mobile, nel tempo sono nati diversi framework con lo scopo di alleggerire il lavoro di programmazione da parte degli sviluppatori, nonché per rendere le applicazioni sempre più all’avanguardia.

In questo senso, i framework sono ormai diventati strumenti fondamentali, quasi imprescindibili, per lo sviluppo di applicazioni.

Certamente, ogni framework ha i suoi punti di forza ma anche i suoi svantaggi, nonché una serie di caratteristiche che portano ciascun programmatore ad effettuare una scelta fra un ventaglio di possibilità offerte.

Nel mondo delle librerie e dei framework orientati allo sviluppo di applicazioni, fra le alternative più note e apprezzate ci sono ad esempio Electron, Meteor e Vue.js.

Anch’esso open source, Electron è un framework rilasciato nella sua prima versione nel 2013.

Caratterizzato dal design e dalla struttura generale di una applicazione web, Electron offre il vantaggio significativo di creare applicazioni desktop con tecnologie web quali HTML, CSS e Javascript. Infatti, le applicazioni desktop sviluppate con Electron si comportano esattamente come applicazioni web.

Meteor è, invece, definibile come una piattaforma open source per web, mobile e desktop.

Scritto in Node.js, Meteor consente l’utilizzo di codice multipiattaforma, agevolando il lavoro di programmazione da parte dello sviluppatore.

Quanto a Vue.js, anch’esso è un framework, o meglio una libreria Javascript, open source per la creazione di interfacce utente e Single-Page Applications.

In particolare, Vue.js segue l’approccio chiave di Angular al fine di ottimizzare la performance generale del framework.

Tuttavia, Vue.js anche se più facile e veloce da adottare risulta adeguato a progetti minori, ad esempio nel caso in cui si debba sviluppare un’applicazione web solo in parte dinamica.

La peculiarità di Angular è, invece, quella di essere un framework onnicomprensivo di tutte le funzionalità e gli strumenti necessari per sviluppare un’applicazione web, e non solo.

Dunque, mentre Angular è un framework completo, Vue.js è più che altro una collezione di librerie, le quali offrono comunque un certa flessibilità in fase di sviluppo. Di conseguenza, nonostante Vue.js, rispettivamente alle sue molte e differenti caratteristiche tecniche offerte, si configura come un ottimo strumento adeguato a diminuire le complessità dei framework, esso risulta maggiormente coerente con quelle che sono le aspettative e le esigenze di piccoli progetti.

Contrariamente, Angular è predisposto alla realizzazione di Single-Page Applications, implementando anche lo sviluppo di applicazioni native.

 

 

Chi sceglie Angular?

Semplificando lo sviluppo front-end di applicazioni web e mobile, Angular permette di progettare e realizzare un’applicazione completa e performante.

In questo senso, Angular si configura come la scelta giusta per chiunque voglia implementare un design di alto livello unitamente ad una struttura precisa e lineare.

Inoltre, semplificando la scrittura del codice e fornendo una serie di librerie al fine di implementare le più comuni interazioni tra utente e applicazione, Angular si caratterizza come uno strumento completo da ogni punto di vista.

Dunque, Angular racchiude a pieno il concetto di framework, offrendo ad ogni sviluppatore un approccio sia logico che pratico nel progettare l’interfaccia utente di un’applicazione.

Supportato da un’enorme community che partecipa attivamente al suo sviluppo, Angular si presta come un framework estremamente veloce e flessibile anche nello scambio dati con dispositivi di qualsiasi genere.

Così come molti sviluppatori, anche la Kritek s.r.o. ha scelto Angular per lo sviluppo e la gestione di applicazioni web e mobile in quanto tale framework, offrendo un design architetturale ben definito così come una serie di funzionalità e strumenti sempre più aggiornati, facilita e migliora senza alcun dubbio l’avvio e la gestione di un progetto.

Autore: Roberta Foglia -